MONZA

Parco di Monza

Viale Brianza, 1, 20900 Monza MB, Italia

Il Parco di Monza fu istituito il 14 settembre 1805 per volontà dell’imperatore Napoleone con lo scopo di farne una tenuta agricola modello e una riserva di caccia. La costruzione iniziò nel 1806, per volere del viceré Eugenio di Beauharnais, sui terreni a nord della Villa e dei Giardini Reali voluti da Maria Teresa d’Austria già nel 1777. In quegli anni Luigi Canonica, di origini svizzere, già allievo del Piermarini, era architetto “Nazionale” della corte francese e così venne incaricato della progettazione dell’opera, considerata da lui stesso in una lettera, come una “straordinaria incombenza”. Intorno al 1808 il Parco di Monza diventa così il più esteso parco cintato d’Europa, con un muro di recinzione lungo 14 km. All’interno della cinta muraria furono compresi campi agricoli, strade, cascine, ville e giardini preesistenti e ora facenti tutti parte del complesso, quasi un compendio del territorio agricolo lombardo. Il Canonica modella e modifica le strutture esistenti, abbatte le cascine di “cadente struttura” e preserva invece i  complessi paesaggistici importanti come le ville Mirabello e Mirabellino, trasformandoli e ingentilendoli con elementi di stile neoclassico in collegamento con quello della Villa Reale.

La strutturazione del vasto territorio, agricolo e boschivo con l’adattamento e la trasformazione delle cascine e delle importanti architetture di ville esistenti all’interno del  territorio del Parco, la costruzione e il riordinamento di ampi viali rettilinei alberati, il modellamento del terreno e l’adeguamento del sistema idrico alle nuove esigenze del Parco, hanno dato vita ad un Parco senza precedenti, ancora oggi, unico nel suo genere. In giro per il Parco di Monza si possono scoprire tanti angoli, scenari, edifici a cui non si è mai fatto caso attraverso gli itinerari a piedi e in bicicletta indicati sul sito www.reggiadimonza.it.


Gallery

Info e Contatti

Contatti:

Accesso Disabili:
In parte